zh-hansjaiten
I PAESAGGI VITIVINICOLI DI LANGHE-ROERO E MONFERRATO SONO PATRIMONIO DELL’UMANITÀ UNESCO

Il fascino misterioso del tartufo bianco d’Alba

In Piemonte, l’autunno è la stagione di raccolta del Tuber Magnatum Pico, il tartufo bianco d’Alba. E’ un fungo sotterraneo molto profumato e ricercato che cresce in simbiosi con le radici di alcuni alberi, tra cui querce e pioppi. La sua ricerca avviene con un cane appositamente addestrato a sentire il suo caratteristico odore. Quando identifica la posizione, il cane raspa e il tartufaio estrae il tartufo con l’aiuto di una piccola zappa. Il tartufo è un cibo molto pregiato e costoso: viene grattato su numerosi piatti della cucina piemontese. Spesso la ricerca del tartufo avviene di notte tra boschi, luna e nebbia: questo aumenta il fascino dell’autunno piemontese.