zh-hansjaiten
I PAESAGGI VITIVINICOLI DI LANGHE-ROERO E MONFERRATO SONO PATRIMONIO DELL’UMANITÀ UNESCO
Posted by: In: Attività 07 Gen 2015 0 comments Tags: , ,
L’Asti Docg incorona la sua nuova “Bubble Queen”, la reginetta cinese delle bollicine. Si chiama Wang Ni ed è la vincitrice del concorso canoro Lady Asti 2014, l’X-Factor al femminile giunto alla seconda edizione dopo il successo dello scorso anno. Wang Ni, 25 anni di Pechino, si è imposta su altre nove candidate durante la finale di gara svoltasi il 21 dicembre sul palco del prestigioso Qian Shui Wan di Shanghai, la “casa” di The Voice of China. Slanciata, dai capelli bruni e gli occhi nerissimi, la Wang ha trionfato per qualità artistiche, estensione vocale, presenza scenica e personalità «dolce e frizzante», caratteristiche fondamentali per essere eletta Lady Asti e divenire ambasciatrice dell’Asti Docg in terra cinese. «Sono felicissima», ha dichiarato Ni dopo l’incoronazione. «Tra i premi c’è un viaggio in Italia e l’opportunità di seguire uno stage di canto. Spero che questa vittoria possa aprirmi le porte del mondo dello spettacolo e farmi crescere artisticamente: finora cantavo solo per hobby pur avendo avuto un breve trascorso cinematografico. Adoro lo “spotlight”!». Tra le novità di quest’anno, oltre alla shopping card del valore commerciale di ottomila euro offerta da Fidenza Village da utilizzare durante il viaggio premio in Italia ospite del Consorzio dell’Asti la giovane Pechinese godra’ di una serie di premi di notevole spessore artistico: uno stage presso il CET School Center del Maestro Giulio Mogol offerto dal Maestro in persona, un anno di contratto con Arcobaleno Tre (casa di produzione italiana che ha nel proprio carnet artisti quali Paolo Bonolis, Roberto Benigni e Antonella Clerici) e l’apertura del concerto di una celebre cantante italiana – il cui nome è per il momento mantenuto riservato - in programma per la primavera-estate del 2015. Per giungere alla finale, Wang Ni ha dovuto superare audizioni, selezioni e sfide dirette, nonché il giudizio del popolo della Rete che ha valutato a colpi di click i video delle sue esibizioni. La finale del 21 dicembre, di fronte ad un pubblico di oltre mille persone e una giuria tecnica composta da cantanti e musicisti Cinesi, è stata trasmessa in diretta mondiale sul canale streaming PPTV che vanta oltre tre milioni di utenti giornalieri. Lady Asti è il concorso canoro ideato dal Consorzio dell’Asti e gestito da Insider International ltd dei fratelli Angelo e Vincenzo Morano. L’idea del contest nasce in seguito alle indagini del Consorzio che hanno individuato nel pubblico femminile della città di Shanghai (megalopoli da oltre 25 milioni di abitanti) un’enorme potenziale promozionale e commerciale per posizionare l’Asti Docg nell’area del glamour e del divertimento. Il concorso, una sorta di X-Factor giocato sui social network e le performance delle cantanti nelle popolari sale karaoke della città, ha visto la partecipazione di 30 mila ragazze, 5 mila sfide dirette, oltre 600 video caricati sui social network e 2 milioni di persone votanti tramite web. Quest’anno l’importante introduzione di ben 16 università e diversi centri commerciali ha permesso al brand Asti DOCG un ulteriore exposure in canali e fasce determinanti tra i “consumers” orientali. Il Consorzio dell’Asti, in considerazione delle interessanti potenzialità di consumo del mercato cinese, amplierà e diversificherà el 2015 le attività e gli investimenti con iniziative presso importanti catene di distribuzione (Carrefour – Tesco – Lotus) promuovendo “AstiHour”, un nuovo modo di bere l’Asti docg con frutta on the rocks, con la partecipazione e collaborazione di quattro importanti case spumantiere. Seguiranno eventi glamour con Asti docg insieme alle grandi griffe della nostra moda per suggellare il successo delle eccellenze “made in Italy”.  
Ci sono storie che iniziano con il botto. Una di queste è quella di Li Lu, in arte Rebekah Lee, la “Cenerentola  cinese” di 21 anni che, grazie ad una bottiglia di Asti Docg, ha coronato il suo sogno di celebrità vincendo il contest canoro Lady Asti 2013 e guadagnandosi un posto nello showbiz di Shanghai. Rebekah, ospite del Consorzio dell’Asti, sarà in Italia dal 3 all’8 luglio per trascorrere un soggiorno nel Belpaese, partecipare a eventi media e conoscere le terre dove nasce il vino che l’ha trasformata in Qibao Nuwang, la «regina della bollicine». «Il mio viaggio in Italia è un sogno dentro un sogno», ha commentato Rebekah, «vedrò per la prima volta luoghi che finora avevo visto solo in cartolina, sono felicissima ed emozionata». Un’avventura, quella di Rebekah, che comincia dall’Anhui, una provincia della Cina Orientale. Nata da una famiglia di origini modeste, si iscrive all’Università di Nanchino dove comincia a studiare canto e danza. Il suo obbiettivo è quello di trovare un posto nella rutilante industria dello spettacolo cinese. La svolta alla sua carriera arriva nel luglio del 2013, con il lancio del concorso Lady Asti, il contest canoro che attraverso le sale karaoke della città di Shanghai e l’utilizzo dei social network seleziona le migliori cantanti e showgirl per trovare la reginetta dell’Asti Docg. Dopo essere stata selezionata tra oltre 25 mila candidate e dopo aver sfidato le 5 mila partecipanti alla gare nei KTV (le sale karaoke), Rebekah ha avuto accesso alle fasi finali del concorso. Prima superando il giudizio popolare dei social network e poi trionfando sulle 12 finaliste durante lo show conclusivo: «Ha vinto il mio modo di interpretare la musica in chiave frizzante, fresca e pop», ha dichiarato, «proprio come le bollicine dell’Asti». L’incoronazione di Rebekah, avvenuta nella prima settimana di dicembre, è stato l’atto conclusivo del progetto Lady Asti 2013, il contest canoro sponsorizzato dal Consorzio dell’Asti e gestito da Insider International dei fratelli Angelo e Vincenzo Morano. L’idea del concorso nasce in seguito alle indagini del Consorzio che hanno individuato nel pubblico femminile della città di Shanghai (una megalopoli da oltre 25 milioni di abitanti) un’enorme potenziale promozionale e commerciale, l’occasione di creare un nuovo spazio di mercato posizionando l’Asti docg nell’area del glamour e del divertimento. Il concorso, una sorta di X-Factor giocato sui social network e le performance delle cantanti nelle popolari sale karaoke della città (assiduamente frequentate dal donne, ma anche da business men cinesi), ha visto la partecipazione di 25 mila ragazze, 5 mila sfide dirette, oltre 600 video caricati sui social network e 2 milioni di persone votanti tramite web. «I numeri di Lady Asti hanno dimostrato il successo di un’operazione che mira ad aumentare i volumi di Asti importati Cina: tutto ci fa presupporre che si possa creare un format da esportare in altre città», ha dichiarato Giorgio Bosticco, direttore del Consorzio dell’Asti. Il presidente, Gianni Marzagalli a aggiunto: «Nel frattempo, il Consorzio ha deciso di riconfermare il progetto Lady Asti per il 2014. Sul sito cinese del contest è già possibile candidarsi per la nuova edizione, che si prospetta più ricca, scoppiettante e partecipata della precedente. Il tutto con un focus commerciale ben preciso, conquistare il grande mercato dei karaoke e della vita notturna cinese, settore di importanza strategica per il numero di bottiglie consumate».   Rebekah Lee sarà presente giovedì il 3 luglio, alle ore 18.30, nella sede del Consorzio di Isola d’Asti per incontrare i media e raccontare la sua storia.   Si stà anche organizzando una sua esibizione all’Asti Musica 2014.
Posted by: In: Eventi 16 Mag 2013 0 comments Tags: ,
La missione in Estremo Oriente di Piemonte Land of Perfection proseguirà con due workshop nelle città di Chengdu e Shanghai. Partecipano 25 aziende vitivinicole. Sono incontri riservati agli operatori professionali: buyers, ristoratori, enotecari e giornalisti. Il primo appuntamento sarà ospitato lunedì 3 giugno, dalle 15,30, nell’elegante Kempinski Hotel nel centro di Chengdu. Ultima tappa mercoledì 5 giugno a Shanghai con il secondo workshop al Langham Xintiandi Hotel (dalle 15,30). L’organizzazione dei due eventi è a cura di Yishang Wine Business Consulting, braccio operativo dell’Enoteca di Siena in Cina.
Posted by: In: Video 23 Apr 2013 0 comments Tags: , ,
Posted by: In: Eventi 06 Gen 2013 0 comments Tags: ,
Oltre 2 mila gourmets sono stati coinvolti in “Matrimonio tra vini piemontesi e cucina cinese”, ospitata da agosto a dicembre in otto ristoranti di Shanghai. Tipici piatti cinesi (dal tempura ai ravioli, dagli involtini primavera al manzo al profumo di loto) sono stati abbinati a etichette di Barbera d’Asti e d’Alba, Langhe rosso, Roero Arneis, Cortese dell’Alto Monferrato, Dolcetto di Dogliani, Piemonte Chardonnay, Nebbiolo d’Alba, Verduno Pelaverga, Barolo, Moscato d’Asti. In tutto sono state stappate oltre 500 bottiglie. L’iniziativa ha avuto partner la rivista “Restaurant review” che ha raccontato tutti gli abbinamenti ricetta-vino. L’evento si è concluso a “It’s Italy”, il Padiglione costruito in occasione dell’Expo 2010, con una grande festa e la premiazione della miglior giornalista del vino (è la freelance Sophie Liu) e della miglior pubblicazione 2012 (la guida del Gambero Rosso in cinese). L’iniziativa è stata curata dall’Enoteca Italiana di Siena.