zh-hansjaiten
I PAESAGGI VITIVINICOLI DI LANGHE-ROERO E MONFERRATO SONO PATRIMONIO DELL’UMANITÀ UNESCO
Habemus papam. E’ Jorge Mario Bergoglio, Francesco I. Un Papa anche un poco vignaiolo. Nato in Argentina, l’ormai ex cardinale Bergoglio non ha mai dimenticato le sue origini astigiane: la sua famiglia era di una piccola frazione di Portacomaro d’Asti, un comune di 2 mila anime nel cuore del Monferrato. Il cardinale Bergoglio tornava ogni tanto in quella cascina di località Bricco Marmorito, “dove il nonno produceva il miglior Grignolino della zona” ricorda Idalo Raso, storico sindaco del paese. C’è chi racconta che l’ultima volta che tornò in paese, nel 2005, prese con sè un pugno di terra di Portacomaro e se la portò a Buenos Aires. Una curiosità: nel suo stemma da cardinale, c’è un grappolo d’uva. Prosit al nuovo papa