zh-hansjaiten
I PAESAGGI VITIVINICOLI DI LANGHE-ROERO E MONFERRATO SONO PATRIMONIO DELL’UMANITÀ UNESCO

La Lady Asti cinese ospite di Asti Musica 2014

Posted by: In: Attività 15 Lug 2014 0 comments Tags: , ,
Il sogno di Rebekah Li Lu si è avverato. La giovane cantante cinese, eletta Lady Asti, vincitrice di un contest televisivo a Shanghai che l’ha vista prevalere su 27 mila concorrenti, si è esibita sabato sera sul palco della rassegna Asti Musica, nella suggestiva cornice di piazza Cattedrale. Tre brani accolti dai calorosi applausi del pubblico. Un saluto musicale cui Rebekah teneva moltissimo e che valgono come portafortuna per la sua carriera. Rebekah è in questi giorni in Italia accompagnata dal manager Angelo Morano che sta seguendo in Cina l’operazione Lady Asti d’intesa con Consorzio di tutela dell’Asti docg. “Sono felice ed emozionata di essere qui ad Asti, una città che conoscevo solo per aver dato il nome al vostro dolce spumante che anche noi in Cina stiamo cominciando a conoscere” ha detto Rebekah, il cui vero nome è Li Lu La sua storia merita di essere raccontata. Ci sono storie che iniziano con il botto. Una di queste è quella di Li Lu, in arte Rebekah Lee, la “Cenerentola cinese” di 21 anni che, grazie ad una bottiglia di Asti Docg, ha coronato il suo sogno di celebrità vincendo il contest canoro Lady Asti 2013 e guadagnandosi un posto nello showbiz di Shanghai. Rebekah, ospite del Consorzio dell’Asti, è stata in Italia dal 3 al 12 luglio dove ha trascorso un soggiorno nel Belpaese, partecipando alla trasmissione RaiRadio Due Decanter, ad interviste di radio e Tv locali e nazionali ha partecipato con una breve apparizione allo slow di Emma Marrone a Lucca(con ampi servizi sui social network istituzionali e cinesi. Nelle terre dove nasce il vino che l’ha trasformata in Qibao Nuwang, la «regina della bollicine» è stata accolta con ampi consensi di pubblico soprattutto sabato 12 luglio che l’ha vista protagonista dell’apertura della serata musicale di AstiMusica. «Il mio viaggio in Italia è un sogno dentro un sogno», ha commentato Rebekah, «per la prima volta ho visto luoghi che finora avevo visto solo in cartolina, sono felicissima ed emozionata». Un’avventura, quella di Rebekah, che comincia dall’Anhui, una provincia della Cina Orientale. Nata da una famiglia di origini modeste, si iscrive all’Università di Nanchino dove comincia a studiare canto e danza. Il suo obbiettivo è quello di trovare un posto nella rutilante industria dello spettacolo cinese. La svolta alla sua carriera arriva nel luglio del 2013, con il lancio del concorso Lady Asti, il contest canoro che attraverso le sale karaoke della città di Shanghai e l’utilizzo dei social network seleziona le migliori cantanti e showgirl per trovare la reginetta dell’Asti Docg. Dopo essere stata selezionata tra oltre 25 mila candidate e dopo aver sfidato le 5 mila partecipanti alla gare nei KTV (le sale karaoke), Rebekah ha avuto accesso alle fasi finali del concorso. Prima superando il giudizio popolare dei social network e poi trionfando sulle 12 finaliste durante lo show conclusivo: «Ha vinto il mio modo  di interpretare la musica in chiave frizzante, fresca e pop», ha dichiarato, «proprio come le bollicine dell’Asti». L’incoronazione di Rebekah, avvenuta nella prima settimana di dicembre, è stato l’atto conclusivo del progetto Lady Asti 2013, il contest canoro sponsorizzato dal Consorzio dell’Asti e gestito da Insider International dei fratelli Angelo e Vincenzo Morano. L’idea del concorso nasce in seguito alle indagini del Consorzio che hanno individuato nel pubblico femminile della città di Shanghai (una megalopoli da oltre 25 milioni di abitanti) un’enorme potenziale promozionale e commerciale, l’occasione di creare un nuovo spazio di mercato posizionando l’Asti docg nell’area del glamour e del divertimento. Il concorso, una sorta di X-Factor giocato sui social network e le performance delle cantanti nelle popolari sale karaoke della città (assiduamente frequentate dal donne, ma anche da business men cinesi), ha visto la partecipazione di 25 mila ragazze, 5 mila sfide dirette, oltre 600 video caricati sui social network e 2 milioni di persone votanti tramite web.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Related Posts