zh-hansjaiten
I PAESAGGI VITIVINICOLI DI LANGHE-ROERO E MONFERRATO SONO PATRIMONIO DELL’UMANITÀ UNESCO

Domenica 9 novembre torna l’Asta mondiale del tartufo bianco, Barolo e Barbaresco a Hong Kong e Grinzane Cavour

Posted by: In: Attività 26 Ott 2014 0 comments Tags: , , ,
Il Castello di Grinzane Cavour (Cuneo) ospiterà domenica 9 novembre 2014 la XV edizione dell'Asta Mondiale del Tartufo Bianco d'Alba, del Barolo e Barbaresco. Dalle 13, le sale del castello che appartenne al grande statista piemontese, oggi tra i siti riconosciuti dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità, ospiteranno l’importante manifestazione dedicata al pregiato “tuber magnatum pico”. Si accenderanno i riflettori  internazionali sulla competizione a finalità benefica tra gli appassionati del gusto che nel mondo apprezzano l'enogastronomia di Langhe e Roero. Il mondo dell'alta cucina, imprenditori e filantropi, si contenderanno a suon di rilanci concitati i migliori esemplari di Tartufo bianco d'Alba che saranno mandati all'incanto insieme a pregiati lotti di Barolo e Barbaresco. Ogni lotto di tartufi verrà battuto all’asta dinnanzi alla platea di gourmet riunita al Castello di Grinzane Cavour. La stessa cosa avverrà sulla piazza di Hong Kong, dove in trasferta sarà il presidente del Consorzio di Tutela Barolo e Barbaresco Pietro Ratti. Il gran finale, con l'ultimo e più prezioso lotto – da sempre sorprendente per la pezzatura e la qualità dei tartufi – sarà disputato in contemporanea, in diretta satellitare, tra le platee ospiti a Grinzane e a Hong Kong. A condurre l'evento, e in qualità di battitori d'eccezione, saranno il Gastronauta Davide Paolini, giornalista ed esperto di enogastronomia, amico e habitué dell'Asta, la presentatrice Rai Elisa Isoardi, che non tradisce le sue origini cuneesi partecipando con entusiasmo per la seconda volta alla manifestazione, l'istrionico Enzo Iacchetti, attore, comico, conduttore televisivo e formidabile intrattenitore e Andro Merkù, giornalista e conduttore, noto al grande pubblico principalmente per le divertentissime imitazioni realizzate nel corso del programma radiofonico “La Zanzara” di Radio24. Il ricavato dell'Asta Mondiale del Tartufo Bianco d'Alba viene tradizionalmente destinato a iniziative ad alto tenore sociale e solidale, nonché a enti operanti in Italia e all'estero a favore delle persone più disagiate. I fondi dell'Asta 2014 saranno devoluti alla Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro Onlus di Candiolo (To) e ad altre realtà della zona. A Hong Kong le risorse andranno all'Istituto Mother's Choice che si occupa di sostenere i bimbi orfani e le giovani mamme in difficoltà. L'Asta Mondiale del Tartufo Bianco d'Alba è ormai solita attribuire il riconoscimento speciale di “Ambasciatore del Tartufo Bianco d'Alba nel mondo”. Quest'anno saranno insigniti Enrico Crippa, lo chef del ristorante Piazza Duomo della famiglia Ceretto di Alba, 3 stelle Michelin, 39º nella classifica “World's 50 Best Restaurants 2014” e a François Troisgros, anch'egli premiato con 3 stelle Michelin, titolare del ristorante Maison Troisgros a Roanne, sulle rive della Loira. Tomaso Zanoletti, presidente dell'Enoteca Regionale Piemontese Cavour«L'Asta è un momento importantissimo per la promozione del territorio, la cui immagine viene veicolata nel mondo attraverso il suo più prezioso prodotto, il tartufo. I risultati in termini di visibilità internazionale sono eccezionali, poiché tutte le eccellenze di Langhe e Roero ne traggono beneficio. Riproponiamo con piacere e orgoglio, dunque, il binomio tartufo-solidarietà, quest'anno corroborato da un abbinamento ancora più accentuato con i grandi vini del territorio, rivelatosi molto interessante. L'auspicio è dunque di una grande edizione dell'Asta Mondiale del Tartufo Bianco d'Alba, il cui fascino da quest'anno è ancora maggiore grazie all'inserimento del Castello di Grinzane tra i siti Patrimonio dell'Umanità Unesco». Pietro Ratti, presidente del Consorzio di Tutela Barolo e Barbaresco«C'è molta attesa per questo secondo appuntamento nel quale i grandi vini sono protagonisti insieme al tartufo, ambasciatori internazionali del nostro territorio, del Piemonte e del made in Italy.  L'abbinamento è affascinante e per valorizzarlo ulteriormente, metteremo all'incanto numerosi formati esclusivi come Magnum (1,5 litri), doppio Magnun (3 litri) e Jéroboam (5 litri), che sono convinto susciteranno interesse sia tra la platea di Grinzane che in quella di Hong Kong. Il mercato orientale è molto attratto dalle nostre eccellenze e ci aspettiamo ottimi risultati per l'Asta 2014».

Sorry, the comment form is closed at this time.

Related Posts